Università Domenicana Internazionale

Ordine dei Predicatori – Frati Domenicani

La Storia

La Storia

Una iniziativa dei Domenicani francofoni

une université dominicaineLa storia della sua costruzione è l’immagine del suo attuale sistema di funzionamento: comunitario, internazionale e telematico.

Alle origini: il Perù

Nel 1997, fr. Michel Van Aerde, all’epoca direttore di una ONG di ricerca-azione (Centro Bartolomeo de Las Casas), si accosta ad internet, allora agli inizi. A circa 4000 m d’altitudine, nel cuore delle Ande, in un contesto di assoluta povertà dopo la guerra civile di Sendero Luminoso, internet, sia pure agli albori, permette di collegarsi ai più sviluppati centri di studio e di comunicazione.
E’ nella visione della teologia latino-americana che l’intuizione dell’ Università DOMUNI si è fatta luce: si ha apertura al futuro quando delle persone avvantaggiate rivolgono la loro attenzione agli esclusi.
L’Università è stata, dunque, concepita dai più poveri per i più poveri.
Grazie a internet, l’insegnamento domenicano, fino ad allora riservato ad una ristretto numero di privilegiati, poteva rendersi accessibile a tutti, nel mondo intero. “ La tradizione domenicana è fondata sulla trasmissione e lo scambio. L’incontro con una tecnologia basata su un modello di scambio orizzontale era inevitabile.”. (fr. Michel Van Aerde)

Tolosa: il punto di partenza

Eletto provinciale della provincia di Tolosa, nel luglio 1998, fr. Michel Van Aerde presenta il suo progetto a fr. Hervé Ponsot o.p., un anziano HEC (Hautes Etudes Commerciales), che si entusiasma dell’idea, la concretizza trovandogli il nome “Domuni” e creandone il primo sito: l’Università DOMUNI è nata.
Progressivamente si sviluppa una rete di professori (soprattutto fratelli domenicani insegnanti) e gli studenti affluiscono.

I successivi riconoscimenti

Nel 2011 l’Università è riconosciuta presso il Rettorato di Tolosa. Segue una serie di riconoscimenti da parte di istituzioni sia religiose sia universitarie.
Nel 2010 su impulso di sr. Marie Monnet o.p., l’Università DOMUNI presenta un dossier al Vaticano e la Congregazione Romana per l’Educazione Cattolica istituisce l’Istituto Superiore di Scienze Religiose-Domuni dipendente dalla Pontificia Università San Tommaso d’Aquino di Roma (Angelicum), permettendo, cosi’, all’Università di rilasciare diplomi canonici.
Nel 2013 viene firmata una convenzione con l’Università della Lorena che riconosce i crediti ed i corsi dell’Università DOMUNI per la teologia e la filosofia: in questo modo l’università domenicana puo’ ormai dare accesso anche ai LMD (Licenza, Master, Dottorato) europei, rilasciando Licenze e Master di Stato in teologia e filosofia.

Lo sviluppo internazionale

Tredici anni dopo la sua creazione, l’Università DOMUNI si è imposta nel paesaggio dell’insegnamento superiore della teologia ed accoglie più di 2000 studenti attraverso il mondo. Oggi, da Parigi a Londra, passando per Oxford, Cambridge, Ottawa e Dublino, da Salamanca a Madrid passando per Valenza e Siviglia, DOMUNI è associata a università e centri di ricerca in pieno sviluppo come, per esempio, l’Università Santo Tomas de Bogota in Colombia.
Questa rete internazionale beneficia studenti che si trovano dappertutto nel mondo: in Bangladesh o in Tajikistan, in Haiti o in Algeria, nel nord del Canada o negli Emirati Arabi, nel Niger, in Camerun, in quasi tutti i Paesi dell’Africa, cosi’ come in Belgio, in Svizzera o, beninteso, in Francia.

Un' Università in cinque lingue

Il riconoscimento accademico ed il successo presso gli studenti hanno indotto l’università telematica domenicana ad ampliare la sua capacità di formazione, aprendo una piattaforma in lingua spagnola ed una in lingua inglese, una in lingua araba ed una in lingua italiana. Il carattere plurilingue della formazione e la diversità geografica degli studenti consentita da internet, fà dell’Università DOMUNI la prima università a dimensione mondiale nei campi della filosofia e della teologia.